Dove sei: Skip Navigation LinksHomepage

Al Piodech Zoldan

Fornesighe s'aggrappa alla costa: le strade piane tagliano l'erta...

le case hanno l'idea di allungare il collo una dietro l'altra in un gioco di tetti e di vicoli...

le lame di sole vivificano i colori.

Aurelio Garobbio

Homepage image

Adagiato su un dolce pendio esposto a sud, Fornesighe (1000m s.l.lm.) gode di un panorama dolomitico sul gruppo del Tamer San Sebastiano e Sugli Spiz di Mezzodì, propaggini nord del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. Camminando tra i vicoli che si snodano fra un rustico e l’altro in questa frazione del Comune di Forno di Zoldo (Val di Zoldo) si respira un'aria di altri tempi. Fornesighe presenta ancora elementi architettonici del passato qui magicamente conservati, ha infatti dell'incredibile che negli anni passati non si siano sviluppati incendi distruttivi per cui le vecchie case di legno e pietra si sono mantenute in tutta la loro originalità.

Una visita sarà una piccola gioia e occasione migliore per farlo è senz'altro partecipare ad una delle manifestazioni culturali che qui si organizzano: la Gnaga e il concorso di volti lignei il primo fine settimana di febbraio e Fornesighe in musica il secondo fine settimana di agosto. La singolarità di Fornesighe non risiede solo nella sua architettura ma, nonostante i cambiamenti a cui è stata soggetta la montagna, nella sua vivacità.

Merito è sicuramente dell'amore per il proprio paese e dell'associazione culturale che coinvolge praticamente tutti gli abitanti Al Piodech Zoldan.

Copyright 2007-2010 Avarice S.r.l.